titanium.jpg

Perchè il

titanio /

La quasi totalità dei tender in commercio è in vetroresina, e tale scelta è dettata dai seguenti aspetti:

- Basso costo del materiale;

- Basso costo della manodopera impiegata nella costruzione;

- Tempi di produzione estremamente rapidi.

La scelta del produttore ricade sul cliente finale che si troverà ad affrontare, presto o tardi, i seguenti problemi:

- Basso valore intrinseco del materiale;

- Necessità di protezione del materiale dall’osmosi;

- Necessità di periodica verniciatura con antivegetativa;

- Difficoltà di smaltimento a fine vita;

- Valore del manufatto praticamente nullo a fine vita.

 

EsTENDER ha scelto di pensare in primis al cliente finale realizzando l’intera struttura in lega di titanio (Ti6Al4V) e questo permette di:

  • avere un elevato valore intrinseco del materiale, dato dalle elevatissime caratteristiche meccaniche in rapporto alla densità, nonché dalla capacità di essere praticamente esente da ogni forma di attacco corrosivo;

  • evitare trattamenti anti-osmosi: non si ha una membrana semipermeabile ma un materiale compatto;

  • non avere necessità di verniciatura con antivegetativa: a partire dalla velocità di 5 nodi, dalla superficie della lega di titanio, si distacca ogni elemento biologico vi fosse eventualmente aderito;

  • permettere uno smaltimento pressochè completo a fine vita: il materiale può essere fuso per generare nuovi manufatti;

  • mantenere un valore del manufatto anche a fine vita, grazie alla capacità di essere agevolmente riciclato.